I posti dell’infanzia

Alcuni posti ti legano dentro a ricordi di momenti felici e un pò malinconici, che sono passati e di cui ne sei incosciente .
Gottano Sopra o meglio semplicemente Gottano per i suoi abitanti di sempre, sia i pochi residenti sia i villeggianti, è il posto delle mie vacanze da bambino con la nonna Cecilia e nonno Mentore, è il profumo dello gnocco fritto nello strutto e delle serate al chioso a giocare tra bambini o ad ascoltare le storie dei grandi.
Ma è anche il ricordo di visi di amici a cui oggi riesco a malapena ad abbinare un nome, ma che porto comunque dentro .
Sono i pomeriggi passati con Geppe sul suo Suzuki bianco….
A Gottano ci sono tornato l’anno scorso per una toccata e fuga, ma è stato bello respirare un pò di aria pura dell’infanzia

La casa della nonna ed il cortiletto dove giocavo
20120413-102320.jpg

La discesa verso il chioso
20120413-102411.jpg

La Val d’Enza
20120413-102419.jpg

Il bosco
20120413-102440.jpg

La bellissima chiesa della Madonna delle Formiche
20120413-102505.jpg

20120413-102516.jpg

Il campanile dove la leggenda narra Matilde di Canossa fece murare il fuso d’oro
20120413-102539.jpg

Il chioso, dove si trascorrevano le serate d’agosto
20120413-102550.jpg

20120413-102600.jpg

20120413-102609.jpg

20120413-102618.jpg

20120413-102626.jpg

20120413-102648.jpg

20120413-102701.jpg

20120413-102726.jpg

20120413-102746.jpg

20120413-102811.jpg

Un saluto all’associazione Amici di Gottano che mantiene vivo questo bellissimo borgo