WS sui Pini Neri

Una giornata di  WS con il Maestro Alfredo Salacione è l’occasione giusta per rimettere mano a due Pini Neri lasciati scappare dopo il rinvaso.
Il primo ad essere lavorato, è un pino nero giapponese Kifu da molti anni in vaso e a cui era stata data solo una prima impostazione.
L’anno scorso è stato messo in un vaso da coltivazione piu’ grande del precedente per ridargli un po’ di vigore e potare un po’ le radici che ormai avevano saturato il vaso rendendo difficile anche l’innaffiatura.
L’operazione principale su queste due piante è la potatura delle gemme forti per arretrare la vegetazione che è diventata molto lunga.

 

 

 

E’ stato inoltre eliminato il primo ramo sulla destra che distoglieva dal punto focale della pianta, una leggera rotazione e questo il risultato del restyling.

2014 – 2016

Questo slideshow richiede JavaScript.

E mentre filo e taglio, alle mie spalle si lavora per svuotare e movimentare il tronco di un larice

Un attimo di pausa e subito si riparte con il secondo pino.

La pianta è un pino italiano coltivato in campo e in mio possesso da diversi anni.

Come per il primo, anche questo necessita di una importante potatura e stilizzazione dei rami che sono diventati troppo espansi.

Questa l’enorme quantità di rami a cui metter mano.

nero2

Taglia e lega, taglia e lega

E alla fine, anche se la strada e’ ancora lunga, questo il risultato

nero2fine

2012-2013-2016

Questo slideshow richiede JavaScript.

E’ stata proprio una bella giornata 🙂